mercoledì 27 marzo 2013

Sancrau Tirolesi

Lo so che non a tutti piacciono i crauti....perchè non  sono molto digeribili, ma cucinati in questo modo, la digeribilità...è  assicurata!!!
Grazie all'azione digestiva dei semi di Carvi, comunemente chiamato "Cumino dei prati"...che però non dobbiamo confondere con il Cumino che presenta frutti simili, ma dall'aroma completamente differente...
Questi semini dal sapore delicato, possono essere utilizzati anche per aromatizzare il pane, i formaggi...e le grappe!!!
Ricetta piemontese rivisitata...dal tocco tirolese.





INGREDIENTI  x 4 persone

1 cavolo cappuccio
1 bicchiere di vino bianco
mezzo bicchiere d'aceto di vino bianco
4 acciughe sott'olio
sale e pepe
olio evo o burro
2 bacche di ginepro
1 cucchiaio di semi di Carvi
zenzero in polvere


Lavare e tagliare finemente a listarelle il cavolo cappuccio.
Scaldare in una padella dell'olio e mettere le acciughe, quando saranno sciolte aggiungere il cavolo tagliato...salare e far rosolare qualche minuto.
Aggiungere il vino e far assorbire completamente, a questo punto aggiungere l'aceto e far evaporare...continuare la cottura aggiungendo acqua o brodo!
Assaggiate e regolate di sale, aggiungete una spolverata di pepe, una di zenzero, il ginepro e i semi di Carvi.
Lasciate insaporire....In tutto dovrà cuocere circa 20-25 minuti.
Ecco fatto il vostro contorno è pronto!!!!
Eventualmente potete aggiungere della cipolla tagliata fine, da rosolare prima di aggiungere il cavolo.
Buon appetito!


Semi di Carum Carvi 






Nessun commento:

Posta un commento